I consigli del recruiter su come scrivere un curriculum efficace

Sapere come scrivere un curriculum efficace è un passo fondamentale per trovare lavoro. Un recruiter impiega in media 31 secondi per selezionare un curriculum, tu quanto tempo hai impiegato per farlo? Fai un rapido calcolo, si tratterà di almeno qualche ora. 

Generalmente gli step nella stesura di un curriculum sono questi:

  1. scaricare e modificare il format;
  2. ripercorrere mentalmente il percorso per inserire date e titoli esatti (“ma in che anno mi sono diplomato?” “Il mio corso si chiama proprio così?”). A volte non è sufficiente cercare di ricordare e bisogna trovare riferimenti tra documenti e conoscenze per ricostruire il tutto;
  3. descrizione delle relative attività/ambiti;
  4. controllo generico ed eventuali modifiche;
  5. conversione in pdf.

Sei sicuro superare il test dei 31 secondi?

Magari sei il candidato ideale per quella posizione e per quell’azienda, ma se il tuo curriculum è scritto male, se non è chiaro quello che hai fatto e/o stai facendo, un recruiter non perderà tempo a decifrare il tuo profilo, piuttosto passerà al prossimo dopo ben meno di 31 secondi.

Come scrivere un curriculum efficace: sai superare il test?

Partiamo da un’importante premessa: un curriculum è estremamente personale, non esiste una ricetta universalmente valida.
Nel complesso, un buon curriculum deve essere breve, esaustivo, efficace e curato. in altre parole, deve catturare l’attenzione tanto da spingere il recruiter a chiamare proprio te. Scegliere la tua candidatura tra la pila sulla sua scrivania.

come-scrivere-un-curriculum-efficace

Se vuoi padroneggiare i trucchi su come scrivere un curriculum efficace ecco gli aspetti fondamentali da tenere a mente per aumentare la probabilità che selezioni il tuo curriculum.

1: tienilo a mente per tutto il tempo: breve, ma intenso

Assicurati di inserire in 2 pagine: esperienze formative, esperienze professionali, competenze informatiche, competenze linguistiche.
Inoltre, non dimenticare di inserire se hai frequentato corsi extra, sei automunito/a e/o sei disposto a effettuare trasferte.

2: foto aggiornata e posa consona

Candidato nato nel 1960. Nella foto del curriculum sta festeggiando i 18 anni con un cocktail in mano, voi lo chiamereste?

3: inserisci in cima dati anagrafici e recapiti

Purtroppo sì, è necessario sottolineare questo aspetto. Ai recruiter capita di ricevere curriculum interessanti che non hanno modo di contattare. Inserite almeno l’indirizzo e-mail, il numero di telefono.

4: esperienze: inizia dalla fine

Non è un ossimoro: al recruiter interessa innanzitutto capire di cosa ti stai occupando ora e andare a ritroso nel percorso. Quindi, inserisci innanzitutto l’ultima esperienza professionale, poi la penultima e così via. Se sei alla prima esperienza lavorativa, sappi che lo stesso vale per il percorso formativo.

5: descrivi con uno stile sintetico e chiaro

Scrivi qual è il tuo ruolo, insieme alle attività principali. Descrivi in breve di cosa ti occupi, in modo essenziale ed esaustivo. Se un recruiter pensa che sia interessante quello che fai, sarà lui in primis a scegliere di chiamarti per chiederti approfondimenti. Inserisci il settore dell’azienda
Non tutti conoscono l’azienda per la quale lavori e il settore di riferimento può essere determinante per una ricerca, non darlo per scontato.
“Sì, ma lavoro per Google, chi non lo conosce?” in effetti, probabilmente nessuno, ma non ti costerà nulla scrivere ad esempio  “servizi online”.
Un buon recruiter apprezzerà senz’altro e, se non siete in linea per quella posizione, magari vi ricontatterà lui stesso per un’altra. 

Buona fortuna!